Nell’era dove il libro ” il magico potere del riordino” sta accompagnando il cambio armadio di tutte le italiane la canzone di Ligabue e quanto di più anacronistico ci sia.Non ho letto il libro ,ma passeggiando con una mia cara amica mi sono fatta dire i capisaldi di questo metodo della scrittrice giapponese e tirando le somme ho dedotto che buttare è la regola principale. Fare spazio nei cassetti per fare spazio nella mente e nel cuore. Allora ho iniziato a buttare e a riempire quel famoso sacco e finalmente ho buttato via quella minigonna di quando avevo 18 anni, perché anche se mi sta ancora, sono sicura che se da 20 a questa parte non ho avuto l’occasione di metterla, certamente non l’avrò nel prossimo futuro.Ho buttato via anche quei pantaloni finta pelle, che continuo a prendere in mano e spostarli da una parte all’altra e che non ho mai messo e chissà cosa avevo in mente quando li ho comprati.Poi ho trovato quell’altra minigonna, quella non mia, ma della mia amica di sempre anche se non la vedo da 15 anni e sempre nei miei ricordi più belli. Questa la tengo, così quando la rivedo gliela restituisco e ricordiamo i bei tempi, quelli di quando puzzavamo solo di whisky. Per me la canzone di Ligabue è ancora attuale perché ho messo via un bel po’ di cose ma non mi spiego mai perché, non riesca a metter via te. E neanche voglio!

Annunci